La Riserva Mab di Montedimezzo

 

Nucleo di Montedimezzo Dove si trova: il nucleo di Montedimezzo è ubicato nell'alto Molise, in Comune di Vastogirardi (IS) e dista una ventina di chilometri dalla foresta di Collemeluccio. Si raggiunge da Isernia percorrendo la strada a scorrimento veloce Trignina fino alo svincolo di Pescolanciano (IS). Da qui si prosegue sulla strada statale 86 Histonia fino a Carovilli e poi sulla strada provinciale carovillense con la quale la foresta confina per raggiungere Vastogirardi e San Pietro Avellana, notevoli centri turistici dell'altro Molise. Il complesso forestale di Montedimezzo-Feudozzo-Pennataro, esteso circa 1.170 ettari, di proprietà degli Angioini dal 1200, fu acquistato nel 1606 dai Monaci Certosini di Napoli che lo conservarono fino al 1799 quando entrò a far parte del regio patrimonio della Casa Borbonica e fu dichiarato Reale Riserva di Caccia. La flora: i boschi di Montedimezzo sono a prevalenza di cerro, e in secondo ordine, di faggio. Il pero, il melo, il biancospino e la dafne sono più presenti nella cerreta mentre nella faggeta vivono l'acero montano, l'acero lobelli, il carpino bianco, il carpino nero, l'asperula, la sanicula, il corniolo, il biancospino, il nocciolo, il salice, il sambuco. La fauna: è rappresentata da volpe, tasso, gatto selvatico, mustelidi vari. E' presente il cinghiale. Si nota saltuariamente il daino.

Abbonda la trota. Sono presenti stagionalmente e nidificano i rapaci notturni e diurni; sono molto diffusi il colombaccio, la ghiandaia, la tortora, il merlo e da poco si sono notate colonie di balestrucci. Nel recente passato era presente anche l'aquila reale. Servizi: Nei pressi della caserma forestale di Montedimezzo, esistono due aree attrezzate per la sosta, il pic-nic ed il tempo libero oltre ad una teca con esposta una carta dei sentieri e delle attività pro-natura. Nel centro visitatori di Montedimezzo, dislocata nello storico Casino demaniale ristrutturato, sono conservati vecchi strumenti ed attrezzi della civiltà contadina e pastorale nonché reperti floro-faunistici rappresentativi della riserva e delle aree protette molisane. Nel nucleo di Montedimezzo è allestito il CENTRO VISITATORI che ospita un interessante museo suddiviso in tre sezioni: la prima sezione è dedicata ai legni delle due foreste di collemeluccio e Montedimezzo e dintorni: la seconda è dedicata alla geologia di questi luoghi, con una discreta raccolta di rocce e minerali; la terrza è dedicata alla fauna locale. Nel centro sono altresì esposti attrezzi forestali ed altri oggetti attinenti alla cultura e alle tradizioni locali per quanto attine al settore silvo-pastorale. Nella riserva l'accesso è consentito per fini educativi, oltre che per motivi di studio e di vigilanza. Pertanto le visite guidate sono di norma e possono essere prenotate presso l'Ufficio Amministrazione dell'ex Azienda di Stato per le Foreste Demaniali di Isernia, sito in Via Bellini 8/10, tel. 08653935, fax. 0865413491, oppure presso il Comando Stazione Forestale di Montedimezzo tel./fax. 0865940134.

Inaugurato il nuovo OSTELLO sito in località Scalo Ferroviario a San Pietro Avellana, a pochi passi dalla stazione FS, confinante con il Tratturo e a poche centinaia di metri dalla Riserva MaB di Montedimezzo. La struttura ha una capacità di 40 posti letto ed è l'ideale per gruppi di scouts, colonie, campi scuola, famiglie numerose ma è adatto a qualsiasi tipo di visitatore che vuole stare a contatto con la natura ma con tutti i servizi.

 

Per info e prenotazioni:

333/1728694 Francesco - 340/6079692 Maurizio - info@sanpietroturismo.it