I Comuni

San Pietro Avellana
Pescocostanzo
Roccaraso
Agnone
Pietrabbondante
Pescasseroli
Villetta Barrea
Scanno
Alfedena
Castel di Sangro
Rivisondoli
Sulmona
Isernia
Vastogirardi
Pizzoferrato
Roccascalegna
Rocchetta a Volturno
Cerro al Volturno
Scapoli

Rivisondoli

Rivisondoli Ŕ un comune di 726 abitanti in provincia dell'Aquila, centro turistico rinomato per gli sport invernali appartenente alla ComunitÓ Montana Alto Sangro e Altopiano delle Cinque Miglia e al Parco Nazionale della Majella.

Strumenti litici attestano la presenza dell'uomo in questo luogo durante la preistoria. In localitÓ Serra Castellaccio si rinvennero tratti di mura poligonali oggi non pi¨ visibili. In etÓ romana pare che il luogo non sia stato abitato. La prima citazione storica Ŕ rappresentata dal Diploma di Grimoaldo II, duca di Benevento risalente all'anno 724. Nel secolo XI, il nucleo originario del paese and˛ acquistando la tipica fisionomia del borgo arroccato sull'altura, centrale rispetto alle aree coltivabili ed alle zone adibite a pascolo. Il nucleo storico Ŕ ancor oggi ben identificabile e presenta una struttura urbana raccolta, con case che s'affacciano su un sistema viario reticolare originario, fatto di stradine a scalinate, tipica dei secoli XVII-XVIII, e con una cinta muraria (case a schiera) a nord-ovest difensiva dell'antico schieramento. Ancora visibili le porte che consentivano l'accesso al borgo: la quattrocentesca Porta Antonetta e la porta nei pressi di Palazzo Sardi. Eventi bellici e tellurici (come il terremoto del 1915) hanno risparmiato tuttavia importanti testimonianze architettoniche quali il Palazzo Baronale con la vicina Chiesa di Sant'Anna e la bella e settecentesca Chiesa del Suffragio.

Turismo

Il turismo a Rivisondoli inizi˛ a svilupparsi subito dopo la venuta in paese dei Reali d'Italia, nel 1913 incrementando notevolmente i suoi flussi dopo la seconda guerra mondiale, col consolidarsi della localitÓ come centro di vacanza estiva e stazione sciistica. Gli impianti di risalita e le piste di Monte Pratello formano con l'Aremogna e Pizzalto di Roccaraso un comprensorio di prim'ordine nel panorama sciistico italiano. A far conoscere sempre pi¨ il nome di Rivisondoli, grosso contributo diede l'ideazione a partire dal 1951, del suggestivo Presepe vivente.

Presepe vivente

Celebre evento Ŕ il presepe vivente, rappresentazione per quadri viventi della nativitÓ di Ges¨, che va in scena il 5 gennaio, sin dal 1951. Secondo la tradizione l'ultimo nato del paese interpreta il bambinello, anche se in alcuni anni per il notevole calo di nascite si Ŕ dovuto ricorrere al gemellaggio con alcuni altri paesi come nel 1993 quando, in seguito al gemellaggio con Betlemme il bimbo giunse direttamente dalla Terra Santa.

CuriositÓ

" La stazione FS di Rivisondoli Ŕ la pi¨ alta stazione di tutto il tratto appenninico, e la seconda di tutta Italia, dopo quella del Brennero.